I MITI DELLA COMUNICAZIONE NON-VERBALE DA SFATARE

Le braccia incrociate non indicano sempre che una persona è sulla difensiva, e ci sono bugiardi perfettamente in grado di guardarti negli occhi mentre stanno mentendo!

Il linguaggio del corpo difficilmente mente, e spesso – come scritto nell’immagine che ho scelto – parla molto più chiaramente e più forte del linguaggio verbale! Tuttavia, ci sono alcuni miti da sfatare in merito.

Vediamo quali:

I BUGIARDI NON GUARDANO NEGLI OCCHI

Si tratta del più grande mito relativo alla comunicazione non verbale; se è vero che ci sono persone (soprattutto i bambini) che non sanno mentire guardando negli occhi l’interlocutore, è altrettanto vero che ce ne sono molte altre che sono perfettamente in grado di farlo. Anzi lo fanno a bella posta proprio per “provare” che non stanno mentendo…e solitamente in questi casi, lo sguardo tende ad essere fisso e particolarmente prolungato. Esiste tuttavia un altro segnale no verbale relativo ai bugiardi-che-guardano-negli-occhi: dopo aver parlato, essi tendono immediatamente a staccare lo sguardo,  guardando in basso e lontano, per poi di nuovo guardare l’interlocutore negli occhi, come a dire:  “fammi valutare se hai capito che sto mentendo”!

LE BRACCIA INCROCIATE INDICANO SEMPRE RESISTENZA

Se a volte questa affermazione risulta vera, molte altre volte invece le braccia incrociate significano ben altro. O addirittura non vogliono dire niente in particolare!

Consideriamo per esempio la prima fila di persone sedute durante un convegno: non avendo nessun altro davanti, esse tenderanno a creare una sorta di “muretto divisorio” incrociando le braccia. Oppure, cosa dire di quando si è seduti su una sedia senza braccioli ..le possibilità posturali sono ben ridotte, quindi incrociare le braccia diventa una delle scarse e più comode opzioni disponibili! Inoltre, tenere le braccia incrociate è comodo, e soprattutto favorisce il raccoglimento mentre si pensa…

Ma non stupitevi se, mentre siete a braccia incrociate pur non sentendovi affatto ostili o bisognosi di proteggervi e difendervi, ci sarà sempre qualcuno che – sulla base di una conoscenza superficiale di questo falso mito – penserà e vi dirà che siete sulla difensiva!!! …abbiate pazienza…

LA DIREZIONE DELLO SGUARDO E’ LEGATA AL MENTIRE

Resa molto popolare dalla Programmazione Neurolinguistica (PNL), l’idea che lo sguardo diretto verso destra indichi che la persona sta mentendo è in realtà un falso mito. E lo dimostrano alcune ricerche scientifiche! L’Università di Edimburgo ha svolto tre differenti studi che hanno dimostrato come non esista correlazione significativa tra la direzione dello sguardo e il fatto che l’interlocutore menta e sia sincero!

Quindi, suggerisco che, prima di lasciarsi andare a considerazioni superficiali ed affrettate sulla condotta del nostro interlocutore, ci si prenda del tempo per imparare a conoscere chi abbiamo davanti. Al di là di schemi pregiudizi e falsi miti della comunicazione.

Chiediamoci sempre: COSA MI TRASMETTE QUESTA PERSONA? COME MI SENTO INSIEME A QUESTA PERSONA, CHE SENSAZIONI PROVO?

L’istinto non mente mai se lo sappiamo ascoltare.

Read more: http://www.news.com.au/lifestyle/body-language-myths-busted/story-fneszs56-1226466391675#ixzz25rl02qzJ

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...