Modelli di previsione sulla demenza

OggiScienza

SALUTE – forse fra le più importanti conoscenze acquisite dalla scienza di recente possiamo annoverare la consapevolezza che tutte le demenze si verificano in concomitanza (e accertare se esiste una causalità sarà il prossimo importante passo) con la presenza diffusa di proteine “difettose” (nella maggior parte di tratta di proteine che sono “ripiegate” in maniera errata) nel cervello della persona malata. Sul numero di oggi della rivistaNeuron uno studio usa questa conoscenza per creare un modello per prevedere il decorso della malattia nel corso degli anni, a partire da uno stadio molto precoce.

Tutte le forme di demenza sarebbero collegate alla presenza di proteine tossiche: la proteina Tau sia nell’Alzheimer sia nella demenza frontale temporale (FTD), la TDP43 e l’ubiquitina nella FTD, e l’alfa sinucleina nella malattia di Parkinson

View original post 125 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...