Bisogni e valori (studio sugli adolescenti; e voi come siete messi?)

pensieriosceni

Schwartz e Bilsky (1987) considerano i valori come rappresentazioni cognitivedi tre tipi di bisogni universali:

  1. bisogni biologici,
  2. bisogni di interazione sociale,
  3. bisogni di benessere e sopravvivenza dei gruppi.

I primi fanno riferimento alla natura biologica dell’organismo, i secondi alle domande di natura sociale, necessarie al coordinamento e all’armonia degli scambi interpersonali, i terzi agli obblighi socio-istituzionali su cui si fondano il bene comune e la sopravvivenza della società .

I valori, quindi, sono credenze cariche dal punto di vista affettivo e frutto di interessi particolari o generali, sviluppate in tutte le società umane per soddisfare queste tre esigenze degli individui e della collettività.

Nel dettaglio, l’insieme dei dieci tipi di valori individuati nella versione più recente della teoria di Schwartz (1992), sono:

  1. Auto-direzione (“Self-Direction. Indipendent thought and action; choosing, creating, exploring”): fa riferimento al grado di indipendenza che si adotta nel…

View original post 1.268 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...